Le fermentazioni - sos-tenibile

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le fermentazioni

Auto-produzione

Corso trasformazione alimentare_Le Fermentazioni

Quando: 07 febbraio 2015

* Perchè del corso
Chi di noi ha la fortuna di coltivare un orto casalingo, ben conosce la portata stagionale del raccolto: verdure in gran quantità impossibili da gustare tutte e in un colpo solo!  
E allora che si fa? Si trasforma! Per avere riserve genuine per l'inverno. Per non buttare via niente (ma davvero niente!). Per mangiare bene. Per reimparare l'arte del fare casalingo.


* Obiettivi
Moltissime sono le tecniche di trasformazione alimentare, la maggior parte davvero molto antiche:
tra quelle più utilizzate dalla tradizione culinaria italiana troviamo le verdure conservate sotto olio e sotto aceto, le passate (quella di pomodoro è la Regina indiscussa!), le confetture e i paté di frutta e verdura, i pesti, le fermentazioni lattiche (pasta madre, yogurt e formaggi), gli oli, anche aromatizzati, i succhi di frutta, il vino e l'aceto, la birra, l'essiccazione, la salamoia, l'affumicatura, gli sciroppi e la frutta sciroppata.
Durante questa giornata prenderemo in considerazione la tecnica conservativa più antica: la fermentazione, imparando a conservare in maniera diversa verdure e latte. Faremo insieme i crauti, lo yogurt, l'idromele e il kefir.


* Come si svolge il corso
Durata del corso: dalle 10:00 alle 16:30

Ore 10.00: Preparazione degli ingredienti per fare i crauti.  
Ore 10.30: Mettiamo le verdure sotto sale. Spiegazione dei tempi e consumazione.  
Ore 11.00: Preparazione degli ingredienti per fare lo yogurt.
Ore 11.30: Si fa lo yogurt e si mette a riposare.   
Ore 12.30: Pranzo autogestito.   
Ore 14.00: Preparazione degli ingredienti per fare l'idromele.
Ore 14.30: Si procede con la preparazione dell'idromele.   
Ore 15.00: Preparazione degli ingredienti per fare il kefir.
Ore 15.30: Si prepara il kefir.
Ore 16.00: Domande e confronti.
Ore 16.30: Saluti.

* Cosa serve per partecipare al corso
Ogni partecipante potrà, se vorrà, portare l'occorrente per autoprodursi i prodotti (tranne lo yogurt che necessita di temperatura costante sempre).
Dovrà venire munito di 1 grembiule e attrezzatura specifica per le autoproduzioni:
Crauti: 1 crautiera o 1 vaso di vetro o terracotta capiente; sassi puliti e pesanti del diametro del vaso scelto; piatti di ceramica del diametro del vaso scelto; cavolo verza, carote, cipolle, sedano rapa o rapa rossa; semi di senape, bacche di ginepro o cumino a piacere (facoltativi).
Idromele: 1 damigiana da 5 litri; 500 gr di miele.
Kefir: 1 bustina di attivatori per kefir (in vendita nei negozi di alimentazione biologica); 3 fichi secchi; 1 limone biologico; 1 vasetto di vetro da 1 litro (o due da mezzo litro...).

Docente: Giulia Landini

Partecipanti: minimo 6 max 12 persone

Iscrizione al corso Le Fermentazioni





quota socio/desidero associarmi € 45,00
quota non socio € 55,00
Tip

Tip

Sono già socio
Desidero rinnovare la tessera associativa
Desidero diventare socio verserò la quota associativa al saldo




Prima di compilare il modulo effettua il versamento della cauzione € 20,00
IBAN: IT09 M058 5601 8010 8357 1252 215
CAUSALE: iscrizione Le Fermentazioni
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu